Gossip / 0 Comments / 703 View

Tutti lo bevono ma pochi lo conoscono: ecco la ricetta “segreta” del vero mojito

Ago 03 / 2016 12:00AM

La stagione del sole è ormai al culmine con la calura e l’afa che ci accompagnano giorno e sera. Nelle serate di ballo, e non solo, sorseggiare quindi un drink rinfrescante porta sollievo e refrigerio. E poi, anche non troppo in fondo, piace.

Un conforto, ma con quale cocktail se non un rigenerante Mojito? Una bevanda che si può trovare ovunque nel mondo.

Ma vi siete mai chiesti se sia miscelata a regola d’arte. Un mojito è solo un mojito? Pensate a pasta e pizza. Tanto elementari gli ingredienti da mischiare o lavorare e tanto difficile farle risultare buone al palato. Serve quindi dell’altro, arte!
Per questo la vostra NikySalsaBlog è corsa alla ricerca di notizie e curiosità dal barista cubano più esperto della città.

Lui è Lopez Martinez, e gestisce un grazioso locale dal nome “Sabor Cubano” (per tutti “Il Cubano”) sotto i loggiati del mercato di San Lorenzo. L’unico che, oltre ai cocktail caraibici, offre eventi di musica cubana molto particolari.

A Firenze gira voce che il Mojito come lo fa lui, non lo faccia nessuno…. Provare per credere!

INGREDIENTI  -Questo famoso cocktail ha come ingrediente principale il limone, frutto noto per le sue innumerevoli proprietà benefiche per l’organismo, e Lopez precisa che tiene molto a rispettare le proprietà e le caratteristiche dei prodotti, che sceglie con cura. Segue una antica ricetta con preparazione “contraria all’accademico” (come la definisce lui) che svela in esclusiva per noi.

Cominciamo dagli ingredienti. La scelta della foglia di menta è accurata, il limone siciliano o spagnolo del sud,(che si spreme e frulla con i suoi semi per beneficiare dei nutrienti a pieno) lo zucchero liquefatto, rum rigorosamente secco (per non alterare i sapori),  e ghiaccio intero per evitare di annacquare il drink. Infine acqua frizzante o soda.

PREPARAZIONE  – Questi gli ingredienti “magici” per il Mojito di Lopez. Ma non basta. Passiamo alla preparazione. Questa deve rispettare canoni precisi, e un rodato ordine di utilizzo.

Bicchiere alla mano.

Prima versare il limone, perché l’acido citrico che contiene aggredisce il gusto della menta, che entrerà nel bicchiere per seconda. Poi arriva lo zucchero ed il ghiaccio, che fornirà uno sbalzo termico agli ingredienti precedenti, quindi la menta, che per combattere lo sbalzo termico, ecco che sprigiona tutta la sua essenza. Solo dopo arriva il rum (inutile precisare che deve essere di alta qualità per un Mojito Doc.)  Possiamo solo adesso shekerare, ma delicatamente, con un po’ di soda.

Ed ora, arriva il momento della magia… Prendete un rametto di menta ed avvicinatelo al naso mentre sorseggiate il vostro cocktail. Inizia l’incantesimo… Non casualmente “mojo” in lingua vudù significa proprio questo. Finalmente, cin cin!

 

Nikysalsablog siempre alerta siempre en candela, in attesa di nuovi drink e ricette segrete… 😎

Seguila anche su Facebook, pagina: Salsa Firenze by NikySalsaBlog

 

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornati sugli eventi più importanti!