Gossip / 3 Comments / 1243 View

La “Timba”

Feb 11 / 2016 12:00AM

  

Chiariamoci un po’ le idee su questo termine per alcuni “misterioso”. Ho trovato queste info navigando su internet,  anche su consiglio di un amico, che ho in parte sintetizzato, sperando che i più pigri colgano l’occasione per aggiornarsi…. 😉

Parlare dell’ etimologia del termine “timba” ci porterebbe lontano, Timba, al pari del termine Salsa, non possiede particolari significati è una semplice etichetta. “Timba” identifica semplicemente la musica ballabile che si suona oggi a Cuba, la nuova tendenza musicale cubana a fondere i ritmi tradizionali afrocubani: musica Yoruba, rumba, “toques” liturgici e son, con sonorità come l’Hip Hop, il Rap, il R&B, Reggae ed il Funky. In un’intervista rilasciata a Granma nel 1998, J. Formell afferma con forza che il termine timba si riferisce semplicemente alla musica ballabile cubana attuale.
Il musicologo Danilo Orozco definisce la timba come un “intergenere”, un vero “ibrido” che si nutre di elementi appartenenti a generi diversi, li miscela giustapponendoli in modo dinamico, in un “lotta intestina” che non permette di distinguerli in maniera precisa.
Sempre Lui scrive: […] el bailable cubano se hace cada vez mas ibrido, a veces con predominio de la clave de rumba-guaguancó, y otras alternas o mezclada con la clave mas usual [… 

Un concetto che appare ben differente e distinto dalla comune “mezcla” (mescolanza) stilistica e di generi, che ha dato origine alle frequenti e tradizionali combinazioni presenti nella musica cubana, ad esempio: Bolero-son, Guajira-son, Danzón-Chá, o Rumba-Songó 

La struttura musicale della Timba è spesso caratterizzata da sconcertanti cambi di tempo e di ritmo che si susseguono nell’ambito dello stesso brano. Inoltre, la timba è indubbiamente molto più “rumbizzata” rispetto ai suoi antecedenti musicali. Nonostante alcuni non se ne rendano conto ed i suoi detrattori affermino il contrario, la timba è “costruita” sulla clave, soprattutto sulla quella 2/3, tipica della Rumba. Tuttavia in alcuni brani la clave è difficilmente distinguibile.  

 I bassi sono più aggressivi ed i cori sono al pari della voce solista.

Non di rado le canzoni iniziano con un coro, piuttosto che con un’introduzione; ricordiamo che la timba è essenzialmente libertà creativa ed espressiva.  

 
Ascoltate Esto te pone la cabeza mala, Los van van ne è un esempio, o Temba tumba Timba, Los van van pezzo inoltre nel testo, ricco di significati a doppio senso 

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornati sugli eventi più importanti!