Eventi / 0 Comments / 4563 View

Intervista doppia: l’erede e “il profeta” si confessano

Dic 30 / 2017 12:00AM

Due miti ai microfoni di nikysalsablog in un colpo solo. Li abbiamo incontrati sabato 23 dicembre presso La Capannina di Viareggio, in occasione del loro show insieme. Sul palco Adolfo Indacocea e Fernando Sosa con le loro ballerine Tatiana e Lorenita .

Uno show ballato sul 2, tempo preferito dagli amanti del New York style e del Mambo, al quale Sosa decide di adattarsi nonostante nel suo stile, il Los Angels Style, si preferisca iniziare a ballare sull’1 musicale. Argomento assai dibattuto fra gli “addetti ai lavori”, su cui scherza anche a fine show:Forse mi applaudono perché ho ballato sul 2, ma che sia sull’1 o sul 2 a me piace ballare sul serio”  

Come nasce l’idea di fare uno show insieme?
Perché siamo amici!!” 

Ma lo siete sempre stati o c’è stata rivalità fra voi in passato?

Adolfo: “Rivalità no, ma ci salutavamo semplicemente per cortesia, fino a quando sono andato alla sua scuola e ci siamo conosciuti, li è nata l’amicizia e la voglia di fare uno show insieme”.  Sosa incalza:Ci piace andare contro corrente e l’idea di fondere due stili così diversi ci ha spinto a salire sul palco insieme, anche per far aprire la mente alla gente”.

Come si diventa due miti, della salsa? 

Risponde Sosa: “Bella domanda! Devi uscire con una coreografia e spaccare, e devi continuare a farlo nel tempo, anno dopo anno. Sono tante le meteore che ho visto cadere negli anni. L’importante sono le riconferme continue. Non basta più essere un fenomeno”.

Come si è evoluta secondo voi la salsa negli anni? Meglio oggi o meglio in passato?

Negli anni ’90 c’erano già le prime discoteche salsere a Milano e i primi maestri. Il movimento si è creato grazie ai latini, che nonostante non fossero professionisti, iniziarono a trasmettere la voglia di salsa.  Oggi su Milano e dintorni si trovano gli artisti e i maestri migliori al mondo di tutti gli stili, tanto da poterla definire la capitale europea della salsa.

Adolfo ti ritieni l’erede di Eddie Torres?

-Interviene Sosa ridendoDevo rispondere io a questa domanda. Si che lo è! Ricordo sempre di una volta in cui Adolfo stava ballando ed Eddie si avvicinò a me dicendo ” Lui è uno dei ballerini in cui mi rivedo da giovane”. In 67 anni di carriera Eddie Torres ne ha avuti tanti di discepoli, ma solo in pochi sono riusciti a mantenere le radici della tradizione, creando però qualcosa di proprio.

Adolfo: E’ il mio maestro e spero solo di fare la metà di quello che ha fatto lui negli anni. E’ il mio Michael Jackson, non posso dire altro.

Adolfo quale è stata la migliore ballerina con cui hai lavorato?

Carla Voconi e Tania Cannarsa sono quelle con cui ho fatto il percorso lavorativo più lungo. (Ndr. La verità non la sapremo mai)

Vi vedremo un giorno in un duo maschile?

La salsa è un ballo di coppia e nonostante la moda, credo che non lo faremo. Forse una piccola parte all’interno di una coreografia che è in preparazione.

Fernando, come si diventa ballerini dei gruppo Tropical Gem?

Studiando nella mia accademia. Per ballare nella compagnia bisogna dominare diversi stili, dal reggaetton ,al contemporaneo fino all’afro.

Come nasce l’idea delle gare Salsa Na Mà? (Le nuove competizioni di ballo uno contro uno)

Dall’Hip Hop e dalla Break dance. L’idea nasce dai match uno a uno, che sono parte fondamentale dello Street style. Anche se le sfide nella salsa sono sempre esistite in pista. Io in realtà gli ho semplicemente dato un format e un nome.

Concludiamo con i “Bla Bla video”. Video diffusi sui canali social dove Sosa, seduto su una scala, tratta in forma di monologo vari argomenti. Dal ballo alla fame nel mondo. Ma Fernando Sosa è più “profeta” o più ballerino?

Tutti e due. Essere un ballerino non esclude che io abbia studiato. Ho giocato a calcio e parlo di calcio. Studio l’alimentazione e parlo di essa. C’è chi mi critica, è vero. Ma spesso noto che le persone che sono sempre pronte a contestare, vivono la vita con negatività e quindi ragione o meno troveranno sempre qualcosa a cui attaccarsi.

 

 

 

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornati sugli eventi più importanti!