Attualità / 0 Comments / 719 View

Intervista ad ESMIL DIAZ

Feb 16 / 2016 12:00AM

  
Il Maestro dei maestri, il principe della clave, uno degli uomini che rappresenta la cultura cubana in Italia. Ballerino, Maestro, percussionista e fondatore della nuova associazione di cui andremo a parlare, la HABANA-ITA.

 12654378_10206864180256083_6991359716880413030_n[2]

Il 31 gennaio 2016 a Verona all’Accademia “Metangala”, di cui Esmil è il fondatore, è avvenuta l’inaugurazione che ha segnato la storia legando in maniera indissolubile la cultura cubana e italiana, perché come afferma sempre Esmil: “Grazie Italia e grazie italiani” se noi italiani non amassimo tanto questo “caldo popolo” e la sua cultura, probabilmente loro non sarebbero “nessuno” e noi italiani saremmo più poveri di “un qualcosa” che solo i cubani sanno trasmettere.

Habana-Ita è  diffondere, preparare, istruire e soprattutto appassionare perché solo l’amore e la passione farà appassionare altri e poi altri ancora…

Ho avuto l’onore ed il piacere di incontrare il maestro Esmil molte volte nel corso di questi pochissimi anni che mi legano a questa passione per il ballo e la cultura cubana, ma mai ho avuto l’occasione di parlare con lui di queste tematiche cosi importanti. Siamo al Dancing Paradise ad Arezzo il 12 febbraio, al termine della serata di ballo dove era lo special guest d’eccezione che con stage e animazione ha intrattenuto i  partecipanti alla serata rendendo per poche ore questo grazioso locale stile anni ’70, con divanetti rossi e pareti di specchi dal desing originale, una piccola parte di Cuba  facendoci respirare tutto il sabor che solo lui sa trasmettere.

12696189_10205640745362717_823702362_n[1].jpg

Esmil dice:

“La cultura cubana è UNA , il folklore è UNO, e così deve essere per tutti, la danza yoruba(comunemente conosciuta come santeria) è UNA, ed è solo una parte del folklore, canti e ritmi sono una ricchezza UNICA, il toque Allumbanchè è Allunmbancè e deve essere  UGUALI PER TUTTI, ecco che nasce l’Habana-Ita, perché tutti gli appassionati devono seguire una linea UNICA affinché si possa diffondere solo la verità. Non dobbiamo fare confusione e mettere ogni cosa al suo posto.

  Il Cha cha  cha e la Rumba ad esempio, come molti credono, non fanno parte del folklore, sono balli nati a Cuba che prendono solo elementi del folklore, spesso si tende a generalizzare.    Ogni cosa va chiamata col proprio nome, ed in merito a questo argomento molto vasto, verranno fatti degli incontri e conferenze per insegnare ai maestri tutto ciò con un metodo particolare.  E aggiunge: “ La danza moderna cubana ed i balli cubani sono due cose molto diverse, il bailador è una cosa, il danzatore è un’ altra. Dobbiamo imparare ed insegnare a nostra volta a distinguere. 

Per noi cubani tutto ciò che si muove è danza, ma bisogna capire quello che balliamo, i ritmi le sonorità ed i canti vanno conosciuti e compresi per poterli ballare e sopra tutto INSEGNARE.”

12715247_10206864177536015_2150869076893586481_n[1].jpg

Una volta al mese verranno fatti incontri con tutti i maestri affinché possano conoscere ed imparare ad istruire, così che possano esserci solo ISTRUTTORI QUALIFICATI e riconosciuti che conoscano la psicologia di gruppo, pedagogia e metodologia, e che sappiano APPASSIONARE, perché non si diventa istruttori in 8 ore ma solo tramite un percorso. Verranno formati istruttori delle varie discipline, dall’afro al cabaret alla danza moderna cubana, poi giudicati ed approvati da rappresentati del congiunto folklorico nazionale di Cuba e dall’ ENA ( ente nazionale dell’ arte). Senza globalizzare come si tende a fare noi europei.

Esmil ci tiene a sottolineare più volte che non è un diploma da attaccare al muro che fa la differenza ma è l’appassionato che sa appassionare che fa la differenza.

I prossimi appuntamenti li possiamo seguire ed individuare sulla pagina FB Habanaita, il più vicino sarà il 28 febbraio a Verona. Mentre il primo maggio sarà in via eccezionale dietro casa a Firenze a La Salsa Cubana

12729139_947272332015308_7855867626329058770_n[2]

Infine, faccio ad Esmil la domanda scottante, riguardo l’argomento -salsa cubana, salsa portoricana, ecc ecc..- che tanto sta creando dissidio all’interno del blog e di cui ancora non mi è stata data esplicitamente risposta, dunque sintetizzo chiedendo semplicemente: cosa è la salsa??

Il Maestro risponde : “Vorrei rispondere ma, io sono Rumbero e chiedetemi della Rumba o del Son e sicuramente qualcosina ne conosco sull’argomento, ma della salsa dobbiamo chiederlo al Salsero che  ne sa certamente più di me, non vorrei  dare un criterio sbagliato di quello che è la salsa, io Esmil Felix Diaz Arabolla ho conosciuto nel 1996 la salsa per la prima volta qua in Italia grazie a voi, arrivai in Italia per fare spettacoli di danza moderna,  afro e balli popolari, ed ho conosciuto il mondo latino americano qua. Son, ballo cubano, ballo popolare, Rumba, danza Afro sono la mia specialità, non la salsa…… “ così obbietto: ma la salsa non nasce dal Son cubano?? ed Esmil: ” beh questo devono saperlo i maestri di salsa…………….” 

12249828_1029126743804270_7259751410126028672_n[1].jpgLascio a voi lettori il piacere di trarre le opportune conclusioni…….

 

 

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornati sugli eventi più importanti!